Ristorante Atripalda

La Via Delle Taverne – specialità gastronomiche napoletane dal ‘700

All about us

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: il tempio della tradizione all’ombra del Vesuvio

Tutto il gusto della cucina napoletana ma non solo: anche i profumi, l’atmosfera, il fascino inimitabile di una delle tradizioni culinarie più importanti d’Italia trovano una perfetta espressione in uno dei migliori locali con ristorante Atripalda nato dalla passione del proprietario per l’enogastronomia partenopea e dalla volontà di offrire agli avventori uno spazio accogliente, intimo e familiare, dove godere di ottimo cibo. Un progetto curato con amore fin nei minimi dettagli, affinché si possa riscoprire i motivi per cui si va al ristorante e vivere una serata in totale relax in compagnia dei grandi sapori della tradizione.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: la filosofia

La filosofia dietro al ristorante risponde al quesito fondamentale del perché si esce per andare a mangiare fuori. Secondo il titolare, il motivo principale è dimenticarsi almeno per qualche ora della routine di tutti i giorni, per calarsi in un universo a sé fatto di cibo, di vino, di musica, di piacevole compagnia, che sia godimento per tutti i sensi. Il lavoro di ricerca che ha preceduto l’apertura del ristorante Atripalda ha coinvolto anche la lettura del filosofo-cuoco Vincenzo Corrado e la volontà di ricreare qualcosa di veramente diverso, ma che fosse allo stesso tempo simile a quelle che si potevano trovare tra il 18° e il 19° secolo, tanto care a Ferdinando IV di Borbone.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: le taverne

Vincenzo Corrado è quindi il “nume tutelare” a cui si rifà la cucina e l’atmosfera tipica dacontraddistinta da un ambiente accogliente, intimo, rustico e insieme elegante, dove si usano soltanto cibi freschi e non congelati. Ristorante Atripalda, ogni spazio del ristorante prende il nome delle antiche taverne di Napoli, ritrovate negli antichi testi di poesia: A’ Taverna d’ ‘o Cerriglio, Crispano, Carlandrea, A’ Pagliarella, A’ Taverna e’ Re Nasone a Margellina, Monzù Testa, Florio a Mergellina, A’ Posteggia, in un gioco fra antico e moderno suggestivo e molto originale, dove l’eleganza dell’arredo fa da contrappunto ai piatti prelibati che vengono serviti, per una serata davvero da ricordare.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: il menù

Inutile dire che in un ristorante che cura la tradizione in ogni suo aspetto, dal design ai nomi degli spazi, alla cucina tipica partenopea, nella sua declinazione più nobile, è riservata ancora più attenzione ad ogni singolo dettaglio. Ristorante Atripalda, la struttura è rinomata per il servizio efficiente e per l’assoluta trasparenza per quanto riguarda i prezzi dei prelibati piatti. Il menù comprende tante ricette del Corrado, arrivate direttamente dal ‘700 partenopeo: coperto, pane, acqua, caffè e/o amaro non hanno infatti costi ulteriori ma sono compresi nel prezzo dei singoli piatti scelti, per non avere brutte sorprese al momento del conto e sapere esattamente fin da subito quanto si andrà a pagare. 

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: gli antipasti

Tra gli antipasti offerti dal menù del ristorante La Via Delle Taverne, molte ricette arrivano direttamente dai libri del Corrado e sono quindi autenticamente settecentesche. Ad esempio i pomodori ripieni, le polpette di mare, il tortino di alici, coli di terra, coli di mare, parmigiana napoletana, involtini di peperoni e involtini di melanzane. Ma non mancano “trasgressioni” più moderne come le alici farcite o le bruschette, anche al tartufo o al lardo di colonnata. Completano l’offerta gli affettati misti, i formaggi e i piatti misti a scelta del cliente.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: le zuppe e le minestre

Interessante la lista de La Via Delle Taverne anche per quanto riguarda minestre e zuppe, con piatti anche qui derivanti dal Corrado come: la zuppa di fagioli – a base di fagioli, cotiche, pomodorini, spezie – e la zuppa di ceci, con ceci, aglio e prezzemolo. Sono disponibili anche altre preparazioni, come la minestra maritata (che come ingredienti ha verdure miste, pollo e gambetto) e la zuppa di farro e castagne, per aprire il proprio pasto con sapori caldi e genuini e potersi tuffare nella scelta dei piatti successivi già soddisfatti. Per maggiori informazioni basta collegarsi al sitowww.laviadelletaverne.it.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: i primi piatti

Com’è lecito aspettarsi dalla cucina partenopea, i primi piatti che possono essere gustati in un tradizionale ristorante Atripalda sono davvero moltissimi, tra ricette antiche e moderne. Spiccano la pasta e ceci, la pasta e fagioli, i vermicelli alla scammaro (con acciughe, capperi, olive, pinoli, uva passa, aglio, prezzemolo, pan grattato), i paccheri lardiati, l’e zit cò raù napoletano, i bucatini conditi con sugo del coniglio all’ischitana, i paccheri alla genovese con carne e cipolle ramate di Montoro (tra le ricette tipiche del Corrado), i vermicelli del Vomero, il risotto alla via delle taverne con castagne, speck e gorgonzola, le linguine alla luciana condite con polipi o moscardini affogati, ‘e scialatiell do guarracin’.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: pietanze su prenotazione

Oltre alla lunga lista di primi piatti da gustare tra modernità e cucina tradizionale settecentesca, presso la locanda con sale per ristorante Atripalda è possibile ordinare con qualche giorno d’anticipo anche altre specialità per una serata speciale come un compleanno, una celebrazione, una ricorrenza. Ad esempio le linguine all’astice, il classicissimo gateau di patate, con salame napoletano, prosciutto e provola, la lasagna tipica con ragù, salsicce, salame, ricotta, mozzarella e uova sode, il timballo alla pompadour con pasta semifrolla, maccheroncini, pollo, besciamella, pomodoro e il sartù di riso, con ragù, carne trita, piselli, funghi, salsicce, mozzarella, fegatini di pollo.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: i secondi di carne

Per quanto riguarda i secondi di carne, nel menù spicca la zuppa di soffritto, la fricassea di pollastri con pollo, burro, mandorle, patate e carote, le braciole di carne di porco, le braciole alla provatura, il coniglio all’ischitana, le polpette della nonna e le grandi bistecche che hanno reso famoso un simile ristorante Atripalda: bistecca alla fiorentina di chianina, bistecca di vitellone nostrano, filetto di vitellone nostrano e controfiletto di vitellone nostrano. Poi ancora la bistecca di maialino nero casertano, l’agnello nostrano, la bistecca di maiale nostrano, l’arrosto misto, la salsiccia di maiale nostrano e, su prenotazione, il filetto alla Wellington con prosciutto di Parma, porcini tartufo e sfoglia.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: i secondi di pesce

Anche il mare fa la sua comparsa trionfale nei secondi cucinati secondo la migliore tradizione di un ristorante Atripalda grazie a piatti dove la freschezza delle materie prime è il segreto per un risultato sempre da ricordare. Tra i piatti del Corrado spicca la spigola alla purea di fagioli; il menu prosegue con polipetti alla luciana, pesce di Re Nasone, pesce spada arrosto, pesce spada alla pizzaiola di mare, tonno in crosta, calamaro arrosto, frittura mista, frittura di calamari, sautè di vongole, impepata di cozze, baccalà in vari modi (fritto, lesso, alla napoletana con pomodorini, peperoncino, olive e capperi) e pesce su ordinazione, con prezzo in funzione del mercato.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: uova e contorni

La frittata è uno dei grandi classici della tradizione napoletana, e presso La Via Delle Taverne è possibile gustarla alla marinaresca (con cozze, vongole e altri frutti di mare del giorno), della tradizione (con cipolle ramate di Montoro e spezie) e del goloso, con patate, parmigiano e mozzarella. Disponibili anche le uova all’occhio di bue con formaggio e tartufo. Tra le verdure e i contorni, da segnalare soprattutto le zucchine all’iscapece, le melanzane a funghetti, i friarielli, i peperoncelli e ciumm’ (con peperoncini verdi, pomodorini e basilico) e i peperoni in agrodolce.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: i dolci

Non si può concludere un pasto degno di questo nome senza dei dolci all’altezza, e questo vale ancora di più per la cucina napoletana, che proprio nelle delizie di fine pasto si esalta. Ecco che quindi presso La Via Delle Taverne si può scegliere tra bacio al cioccolato, la tradizionale coviglia al caffè (e se disponibile anche in altri gusti), la torta caprese, il babbà, la cheese cake, la panna cotta, la pastiera, i profiteroles, il tortino al cioccolato, per congedarsi da un pranzo o una cena speciale con un epilogo davvero goloso. E il primo amaro è offerto dalla casa!

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: orari ed eventi

Il ristorante è aperto per pranzo dalle 13.00 alle 15.00 e per cena dalle 20.00 all’1.00, ed è chiuso la domenica a cena. Tanti sono gli eventi e le cene speciali sempre in programma: ad esempio ogni giovedì c’è un appuntamento dedicato alla braceria con un menù fisso da 20 euro a persona, con piatto unico di carni pregiate come cotechino, salsiccia, bistecca di maiale, hamburger, agnello, crostone di pane con formaggio alla piastra, il tutto accompagnato da un pregiato Aglianico di Montemarano, perfetto per l’abbinamento. E dal ricettario del Corrado, per chiudere il pasto, c’è la Coviglia, a scelta al limone, al caffè e alla liquirizia.

La Via Delle Taverne ristorante Atripalda: Vincenzo Corrado

Il cuoco, filosofo e letterato napoletano Vincenzo Corrado, che è l’autore di molte delle ricette presenti nel menù del ristorante, nacque a Oria nel 1736 e morì un secolo dopo, nel 1836, a Napoli. Fu uno dei più grandi gastronomi e cuochi a distinguersi nelle corti nobiliari di Napoli nonché il primo a mettere per iscritto quella che poi venne conosciuta come “cucina mediterranea”. Fondamentale il suo “Il Cuoco Galante”, testo richiestissimo e che dovette essere ristampato per ordine del principe per ben sei volte. 

Expand
Atripalda

83042 - Atripalda (AV) Campania
Via Mommsen, 11/13
Distance from the center: 0,21 Km
Telephone: 0825622564
VAT number: 02624140642
Responsible for processing data: Pedace Francesco